Nostri clienti

Alto Adige

Area vacanze sci e malghe Rio Pusteria

 

Oltre 30 malghe idilliache e rifugi rustici rendono la regione Rio Pusteria ai confini tra la Valle Isarco e la Val Pusteria una meta ideale per le famiglie, gli amanti della buona cucina e delle vacanze attive. Qui, nei pressi del Passo del Brennero e a pochi minuti di macchina dall’uscita dell’autostrada di Bressanone, ad attendere i visitatori c’è una molteplicità di proposte, tanta calma e un ritorno alle origini. In estate vale la pena fare una capatina alla più bella malga dell’Alto Adige, alla tradizionale festa del latte, partecipare alle escursioni avventurose sul sentiero dei masi o delle api, ai tour in mountain bike, visitare i parchi per famiglie, fare parapendio e molto altro. I turisti possono lasciare l’auto in garage e utilizzare gli impianti compresi nella Almencard. La card consente di utilizzare le funivie e di accedere a oltre 90 musei gratuitamente. Nel periodo invernale sciatori e snowboarder hanno a propria disposizione oltre 51 chilometri di piste preparate al meglio, a cui si aggiunge un’ampia offerta di escursioni invernali, piste da slittino e da sci di fondo.
www.riopusteria.it

Temi e spunti di ricerca

  • Autunno dorato in Alto Adige: le baite e le funivie rimangono aperte sino a Tutti i Santi (1° novembre): il prolungamento perfetto della stagione!
  • Dove le famiglie si sentono a casa: nel Parco del sole del Monte Cuzzo per famiglie i bambini si divertono con un telefono solare, nello Jochtal si cimentano con l’orso da arrampicata
  • La baita più bella dell’Alto Adige: tranquille escursioni per famiglie conducono attraverso il Sentiero del latte alla Malga Fane e al paesino di Almdorf, noto per le tante riprese televisive di cui è stato protagonista
  • Oltre 800 anni alle spalle: gli affreschi del Ciclo di Ywain del Castello di Rodengo sono le pitture murali a soggetto non religioso più antiche in area tedescofona
  • Big Five: cinque tour di montagna selezionati con soggetti fotografici insoliti
  • Gli originali dell’Alto Adige: la figura dell’affascinante e romantico cavaliere delle piste da sci, Giovanni del ghiacciaio e dello speck, la cappellaia del caratteristico cappello di Fundres oppure il tradizionale “battitore di scarpe” (Schuhplattler) Konrad Unterkircher
  • C’è poco da belare o da ridire: la cosmesi a base di siero di latte di capra dell’Untereggerhof
  • E non mancano le vacanze più movimentate! Settimane attive “Mountain Days” in estate e “Storie di maso” in autunno, e poi escursioni all’alba, winter camping e l'elenco non finisce di certo qui...